Menu

Il mare unisce le terre che separa

Ascolta

GIULIO CANTORE & ALMADIRA – DERIVE

Giulio Cantore: Chitarra classica e voce
Stefano Fabbri: percussioni
Fabio Mina: flauto traverso, bansouri, doudouk

Giulio Cantore (classe 1984, romagnolo) è cantautore, chitarrista, cantante e liutaio. Dedica la sua vita a conciliare e intersecare queste attività artistiche.
Come cantautore si pone l'obiettivo di comporre ed eseguire canzoni orecchiabili in modo originale e personale, ponendo l'accento sia sulla musica che sulle tematiche dei testi. Volutamente non si interessa né prende spunto dai grandi cantautori italiani, pur apprezzandone le opere; piuttosto si ispira alle musiche popolari, non per la loro territorialità, ma per quello che le accomuna: l'esigenza di trasporre in musica e parole una cultura fatta di piccoli vissuti e oggetti quotidiani. 


Nella poetica musicale di Cantore questo si traduce nell'utilizzo di strumenti acustici, il più delle volte autocostruiti e di legno, delineando sonorità che accomunano flamenco, musica orientale e ritmi africani; mentre i testi trattano di tematiche meno solcate dal comune cantautorato, esperienze di vita quotidiane (più rurali che urbane), in modo profondo, autoironico e semiserio.

Il progetto discografico “Derive” nasce dalla necessità artistica di Giulio Cantore di concepire una produzione musicale dove l'artigianato e la musica si influenzano e intersecano sia nella fase di ispirazione che di realizzazione.
Cosa vuol dire Almadira?
Almadira è il nome del gruppo che accompagna Giulio Cantore (Stefano Fabbri e Fabio Mina) ed è una parola in dialetto riminese, che sta ad indicare la linea di detriti che si forma sulla battigia al ritirarsi della marea (conchiglie, legni, plastiche, alghe).
All'interno della tracklist sarà presente anche un brano dal titolo "Almadira", una sorta di sigla e dichiarazione di intenti del progetto musicale.


Il brano dice:
Almadira, almadira, musica franca arriva dal mar
il mare unisce le terre che separa,
la musica unisce le culture che separa

Il trio rivede in questa immagine poetica una musicalità in divenire, che un tempo ebbe radici, poi trasportata dalle onde e infine spiaggiata; un progetto che parla di antiche culture, le cui parti spazzate dal tempo, sono capaci di ricomporsi in nuove forme, acquisendo nuovi significati.


Perché Derive?
Da “derivare”: avere origine, discendere, provenire.
“Andare alla deriva”: essere in balia delle correnti.
L'idea è di raccontare la provenienza e l'origine di Giulio Cantore come musicista e come liutaio, appassionato di chitarre dalla costruzione all'esecuzione e del processo creativo che scaturisce.
L'artista pensa al disco partendo dal laboratorio, costruendosi gli strumenti di cui necessitano le sonorità dei brani.
Per Derive nello specifico, suona strumenti costruiti negli ultimi due anni: chitarra flamenca, Weissenborn (o chitarra Hawaiiana), una chitarra acustica baritona, un cavaquinho portoghese, una chitarra soprano.

I brani, sia strumentali che cantati in lingua italiana, parallelamente mostrano senza paura stili e idee musicali di derivazione.
E' molto presente uno stile flamenco, che cerca punti di unione con brani di altra estrazione che si ispirano ad artisti molto differenti tra loro, come Ben Harper, Arto Tuncbojacjan, Enrique Morente, Bevano est, Mario Salvi.
All'ascolto “derive” si pone l'obiettivo di essere un disco tematico, con molte allusioni al mondo del mare e unitario nel susseguirsi delle tracce, con tutti i brani uniti tra loro, come a comporre i capitoli di un unico racconto, come descrizioni di un unico panorama.
Le confezioni del cd saranno costruite in legno a tiritura limitata e numerata (130 copie).

 

Next month, I will record "Derive", my second album.  It will contain ten tracks, some of them instrumental, some vocal.  I will record it with the "Almadira", Stefano Fabbri on the percussion and Fabio  Mina on wind instruments, and other special guests.

 
"Derive" is an Italian word with two meanings.  The first is "to drift" and the second is " to stem from something, to originate from ".
 
The songs are inspired by the instrument I built myself in two years of lutherie.
 
I feel the music as a craft process, and I will also build 130 wooden containers, completely handmade, for this record.
 
The success of this project depends also on your support on music raiser.  I'd appreciate your supporting me in the fund raising for this brand new production and promotion of this record.
 
 
This is what we call "Almadira". "Almadira" is a word in dialect which means "all the debris that waves leave on the shore when the tide goes back".  You can find all kinds of stuff:  wood, shells, seaweed, plastic and music; objects uprooted from their original place, mixed by the waves and returned to dry land.  It's quite similar to our music.  The three of us come from different backgrounds of experience and different sounds, and we try to merge them, like making a puzzle without knowing the final picture.
 
 
 

Unisciti alla folla!

Raiser

  • Giampiero Cignani
  • Marco Clarici
  • francesco resta
  • Francesco Plazzi
  • Alexia Cornacchia
  • Tonina Marinelli
  • Giovanni Fanti
  • Rocco Cantore
  • Michele Barbagli
  • Matteo Bornazzini
  • Emiliano Nanni
  • Jose Salguero
  • Eta Rivalta
  • Rocco Papia
  • matteo zambrini
  • Nicholas Satalino
  • Lamberto Bignami
  • Anna Lee
  • nicoletta galeotti
  • Andrea Cantore
  • STEFANO RAMBELLI
  • Francesco Tortori
  • Andrea Grandi
  • Fabrizio Loffredo
  • LUCIO POZONE
  • Roberto Pirruccio
  • noemi caputo
  • Giorgia Monti
  • Alberto Pezzi
  • Stefano Mina
  • RIccardo Galeati
  • nicole triboli
  • Marcella Malagamba
  • Giammarco Volta
  • alex wanderlust
  • daniele quattrocchi
  • Lara Rondinini
  • davide cornigli
  • Marco Bosso
  • nicola valtancoli
  • Dario Linari
  • Giuseppe Ceci
  • antonio tioli
  • Denise Galassi
  • Manuela Galassi
  • Roberto Cardinale
  • Lucia Ragazzini
  • Filippo Venturi
  • Davide Linari
  • Annalisa Maniscalco
  • roberto bellacicco
  • Luca Savorani
  • Caterina Sangiorgi
  • Laura Calbucci
  • Carlo Samorì
  • Giulia Tenuzzo
  • Francesca Mura
15

CD "Derive" in digipack con dedica + versione digitale album

CD "Derive" in digipack, dedica personalizzata per ogni raiser! Riceverai via mail anche la versione digitale!
30

Giocattolo in legno fatto a mano

Giocattoli in legno realizzati da Giulio Cantore: picchio, pinocchio, scimmione, etc.
Puoi vederne alcuni qui

50

"Derive" confezione in legno fatta a mano

Cd con confezione in legno fatta a mano, realizzata da Giulio Cantore a tiratura limitata e numerata (130 copie).
75

Brunch/aperitivo & chiacchiere in liuteria + Cd con dedica

Brunch o aperitivo nel laboratorio di liuteria di Giulio Cantore, a Meldola (FC), e chiacchierata con l'artista. Ai partecipanti Cd con dedica personalizzata.
100

Live + cena + visita alla liuteria + Cd con dedica

Concerto a casa mia con cena + visita al laboratorio di liuteria a Meldola (FC). Ai partecipanti Cd con dedica personalizzata.
150

Concerto in solo a casa tua/nel tuo locale

Concerto di Giulio Cantore solo version a casa tua o nel tuo locale. Ai partecipanti Cd con dedica personalizzata.
500

Concerto di Giulio Cantore&Almadira a casa tua/nel tuo locale

Concerto di Giulio Cantore&Almadira a casa tua o nel tuo locale
2.000

Chitarra realizzata da Giulio Cantore

Chitarra flamenca in abete e acero interamente realizzata da Giulio Cantore.
Ecco la foto con dettagli


Per votare devi essere un Super Raiser

Ogni community ha i suoi fan più irriducibili, più curiosi e sempre attenti alle novità del momento. Musicraiser non fa eccezione, grazie ai suoi Super Raiser!

Come diventare Super Raiser?
È semplice: basta finanziare (o aver finanziato) almeno 3 campagne di crowdfunding.
Ok, ho capito!
Store
La tua email non è verificata.
Vai nelle tue impostazioni e controlla che l'indirizzo email sia corretto.