o

Con 10 € ci permetti di incidere il nuovo disco e lo ricevi a casa tua!

"Cambiano i suonatori ma la musica è sempre la stessa" Non è vero! I suonatori portano la loro impronta in una band e quindi fanno cambiare anche la musica.  Un compagno di avventure parte e uno nuovo arriva al suo posto.
Abbiamo deciso di realizzare questo quarto cd, proprio perchè il nostro pubblico possa ritrovare in esso ciò che siamo ora sul palcoscenico.

Per informazioni:  info@keilysfolk.it

UN PO' DI STORIA
I Keily’s Folk nascono nel 2006 dall’idea di Alice Visconti ed Enrico Billi di portare in Piemonte e nel canavese la musica tradizionale irlandese. Affascinati dall’Irlanda e dalle sue tradizioni, i due amici, violinista e chitarrista, formano un trio con Franco Tonso all’organetto e fisarmonica.

Il trio, nel biennio 2006/2007, riscuote un buon successo in Piemonte e si espande anche in Valle D’Aosta dove calcherà l’ambito palco di uno dei più famosi festival del settore in Italia: CelticaQualcuno forse ancora conserverà nei propri porta cd, un piccolo demo registrato con mezzi di fortuna ma molto apprezzato dai nostri ascoltatori: Celtic Traditional Song. (chi ancora lo conserva è pregato di distruggerlo!!!).  Soddisfatti del lavoro svolto, i tre si imbattono per caso nel percussionista Diego Zanetto che, dopo una prima ospitata al Castello di Rivarolo Canavese, diventa parte integrante della Band. 

Nella primavera del 2008 i Keily’s pubblicano il loro primo vero album, un live registrato in due importanti spettacoli: il concerto in Manifattura a Cuorgnè, data realizzata per l’affido famigliare dal C.I.S.S. 38 e il concerto a Orio C.se dedicato alle Donne, due bellissime serate addolcite dal suono di un nuovo strumento presente nella formazione: l’arpa celtica di Alice. Il cd riscuote un grande successo di pubblico venendo addirittura ristampato. Nello stesso anno i Keily’s ottengono un altro importante risultato: dopo essere stati notati da Umberto Crespi, fondatore dei Gens D’Ys, la famosa accademia di danza irlandese, si esibiscono sul palco di un altro dei più importanti festival celtici italiani: il Bustofolk di Busto Arsizio. Nel Gnnaio 2009 subentra ad Enrico Billi, partito per l’Australia in cerca di fortuna, il chitarrista Massimo Caserio, personaggio noto nell’Eporediese e Canavese per aver suonato, insieme a Diego Zanetto, nei Venavill e Crudele e i Demon, storiche bands della zona.  Massimo si appassiona presto a svariati strumenti a corda che aggiungono, insieme all’arpa celtica, una gran varietà di timbriche al sound della band. I Keily’s bazzicano tutto il nord-ovest riproponendosi su palchi già visitati e approdando in nuove piazze e locali: Novara e Rivarolo con le rispettive Notti Verde e Bianca, Torino, Moncalieri e piccoli paesi con i loro Irish pub. Si spingono fino in Emilia Romagna al Busker Festival di Ferrara e in altre piazze d’Italia.

Nel 2012 esce il primo disco dei Keily’s registrato in studio dall’inequivocabile titolo “Noi che non siamo irlandesi”.  La varietà di strumenti si amplia con il whistle di Alice e il bouzouki di Massimo. Il cd viene registrato e mixato presso Rabel Studio (www.rabelstudio.it) lo studio di registrazione del percussionista Diego Zanetto con copertina realizzata dalla disegnatrice toscana Luisella Brenda. (www.luisellabrenda.it)

   Con questo assetto i Keily’s si lanciano in un frenetico biennio; il 2012 e 2013 saranno due anni con tantissime date e soddisfazioni: festival celtici emergenti e storici quali Lonate Celtic Festival, Bustofolk 2013 dove la serata si concluderà con una splendida jam session con gli amici Folkamiseria e immancabile scambio di cd. Non manca un’attiva presenza nella propria città: Ivrea, con la partecipazione ad importanti progetti di beneficenza quali “Insieme per Casa Insieme” in piazza del Borghetto, dove si esibiranno al fianco di Paola Mei, la cantante di Ivrea, “Perunoinpiù” che li vede protagonisti sul grande palco di Piazza Ottinetti, di “Palcoscenico sotto le stelle”, il concorso musicale della città, Ivrea in musica , il Teatro Giacosa, ed infine il live di fine estate nel Castello dalle rosse torri patrocinato dal Comune e da Ivrea Estate. Durante la primavera e le loro ricerche, i Keily’s scoprono una band che segnerà un cambiamento nel loro assetto: I Floggin MollyDiego Zanetto si ricorderà così delle sue origini, abbandonando il cajon per tornare alla batteria. Anche per Massimo ci saranno due nuovi arrivi nel proprio parco strumenti: mandolino e banjo.

    Il 2013 si concluderà con un abbandono temporaneo: Frank chiederà una pausa dalla musica, con ritorno a data da destinarsi, per motivi personali. Dopo lunghe consultazioni, ecco il verdetto finale: sarà Roberto Cilia, (cantante dei Melusine, altro gruppo di Alice Visconti) al whistle e basso acustico a prendere il posto di Frank.  Un altro importante personaggio poi si affaccia timidamente all’allegra combriccola sul finire del 2013: Andrea Balocco, divenendo manager della band. Con questa nuova formazione, e gli scatoloni di “Noi che non siamo irlandesi” ormai quasi vuoti, i Keily’s, decidono di tornare, dopo neanche due anni, in studio di registrazione per un nuovo album: un mix di brani tradizionali completamente riarrangiati in chiave irish-punk e pezzi originali scritti da un inedito duo, Alice Visconti e Diego Zanetto, faranno parte di questo nuovo lavoro.  Piccoli Keily’s crescono…. è passato tanto tempo dalle origini e sono cambiate tante cose ma il gruppo è rimasto vivo nonostante le difficoltà perché il motore che ci spinge sempre in avanti è la voglia di suonare e la passione per la musica! Keily’s go on…

Se siete curiosi di vedere, o meglio di sentire, che cosa ci siamo inventati questa volta, aiutateci a realizzare questo progetto… basta scegliere una delle donazioni quì a lato, ognuna delle quali corrisponderà ad una ricompensa: dalla spilletta, al cd, ad un nostro concerto a casa vostra... qualsiasi contributo servirà per rendere possibile questo disco!     Siate i nostri produttori!


Unisciti alla folla!

Raiser

  • Daria Bigliani
  • Paolo Arbore
  • Rosella Cavallero
  • Lisa Gino
  • Giovanni Salinardi
  • Tana del Geko
  • Francesco Comotto
  • secondo accotto
  • William Pigoni
  • Luisella Brenda
  • roberta multari
  • Ivano Marangoni
  • Brunella Cavallero
  • vito badalà
  • Monica Bongioanni
  • David Stefanini
  • Luca Pagliero
  • enrica zanetto
  • Pier Giorgio Lancerotto
  • Roby Sherwood
  • Ilaria Da Rodda
  • Sara Corrias
  • Davide Tonso
  • elisa pizzarotti
  • Sandro Francesconi
  • cinzia fenoglio
  • Alessio Ansinelli
  • Marco Neri
  • Gabriele Guabello
  • Marco Simola
  • cesare balocco
  • Marco Ghiringhello
  • Don Piran
  • Zio Frenk
  • michela bertolino
  • Pietro Fassero
  • anna della guardia
  • Mariangela Baretto
  • andrea ferazzi
  • Guido Bedin
  • Francesca Ganci
  • Surya Morandin
  • Georgiana Bularca
  • Massimo Caserio
  • Andrea Rinaldo
  • Maria Yolanda Roffino
  • Amaranta Tedeschi
  • PAOLA SACERDOTE
  • Andrea Balocco
  • IVANA BRACALI
  • margherita mastrangelo
  • Edoardo Gennaro
  • Milena Bernardi
  • Matteo Scheda
  • Cristina Bona
  • Virginia Fiorenzani

Scrivi all'artista

close
Nome*
E-mail*
Messaggio*

Richiesta inviata.

Store